Piattaforme per l'Enterprise 2.0

Tratto da questo post pubblicato sul The Social Enterprise – Enterprise 2.0 : Il web 2.0 dentro l’azienda.
E’ parte di un resoconto sul forum sull’Enterprise 2.0 che si è tenuto a Boston nei primi giorni di giugno.

[…]

Così come Google, Microsoft ha fatto una pessima figura durante l’intera conferenza (a parte il caso di Lockheed Martin, basato su Sharepoint, che tuttavia ha richiesto 40 persone e qualche milione di dollari per la customizzazione). Sharepoint si è confermata una piattaforma non pronta ed assolutamente non adatta all’Enterprise 2.0 se non in seguito ad un pesantissimo lavoro di adattamento. La sua roadmap è eccessivamente lenta in un mercato così rapido e reattivo. Nonostante questo è chiaro che la sua omnipresenza le garantirà un ruolo primario all’interno delle aziende.

Ibm ha continuato a mostrare Connections e Quickr e possiede al momento la migliore soluzione Enterprise 2.0 sul mercato. Non sono però convinto della poca linearità del processo di acquisto e deployment (è necessario portarsi a casa l’infrastruttura tipicamente utilizzata da IBM, il costo è veramente elevato, il wiki non è disponibile se non acquistando insieme Connections e Quickr).

La parte da leone all’interno di molti contesti la faranno probabilmente le offerte best-of-the-breed, prodotti che hanno anticipato e fatto il mercato (come Socialtext, Confluence, Connectbeam, Jive, Newsgator, etc) e che oggi si stanno integrando a Connections e Sharepoint per colmarne le lacune e trascinare l’innovazione. Di queste tecnologie parlerò nei prossimo mesi, annunciando alcune importanti novità sull’Italia.

Il sentiment di fondo è che l’Enterprise 2.0 è ancora nella sua infanzia. La sua carica innovativa e le differenze con il mondo tradizionale enterprise sono forti, ma le azienda fanno ancora fatica a coglierne sfide ed opportunità. Questo discorso vale ancora di più per l’Europa.

Il pubblico dell’Enterprise 2.0 Conference di Boston era quasi al 100% americano (pochi australiani, pochi europei, pochissimi asiatici), mentre è chiaro che questo mercato sta crescendo aggressivamente proprio in Europa ed Asia, all’interno di contesti culturali, linguistici, economici molto diversi da quelli statunitensi. E’ anche per questo che sono straconvinto della necessità di moltiplicare eventi come l’International Forum on Enterprise 2.0.

Twitter e BlackBerry

Che Twitter mi piaccia è un fatto.
Che, almeno per me, Twitter senza IM, nel mio caso GTalk su BlackBerry, sia fortemente sottoutilizzato, è altrettanto vero.

Quindi per sopperire al fatto che ancora i ragazzi di Twitter non sono riusciti a ripristinare il servizio  di IM, mi sono messo a cercare qualche applicazione da poter installare sul mio BB (con operatore TIM) e una decina di giorni fa ho scoperto TwitterBerry prodotto da Orangatame Software (vi prego di visitare il loro sito splendidamente minimalista).

Ho scaricato ed installato la versione 0.6 ma purtroppo non funziona.

Quindi mi sono messo in contatto con loro i quali, oggi, mi fanno sapere che il tutto sarà risolto con l’uscita della versione 0.7 che supporterà la connessione TCP – TIM WAPtrans senza la quale il client TwittBerry non può accedere alla rete.

In attesa dell’scita del nuovo client ringrazio i creatori di TwitterBerry.

Le supercazzole di Amici Miei

AMICI MIEI – ATTO I

Col Vigile Paolini:

M: Tarapia tapioco. Prematurata alla supercazzola o scherziamo!
V: Prego?
M: No, mi permetta. No, io; eh scusi noi siamo in quattro. Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribai con cofandina; come antifurto, per esempio.
V: Ma quale antifurto, mi faccia il piacere! Questi signori qui, stavano suonando loro. Non si intrometta!
M: No, aspetti, mi porga l’indice; ecco lo alzi così… guardi, guardi, guardi; lo vede il dito? Lo vede che stuzzica, che prematura anche. Ma allora io le potrei dire anche per il rispetto per l’autorità che anche soltanto le due cose come vicesindaco, capisce?
V: Vicesindaco? Basta così, mi seguano al commissariato!!!
P: No, no, no; attenzione! No, attenzione antani secondo l’articolo 12 abbia pazienza, sennò, posterdati, per due, anche un pochino antani in prefettura…
M: …senza contare che la supercazzola prematurata, ha ha perso i contatti col tarapia tapioco.
P: Dopo…


Col Sassaroli nella sua clinica:

S: E lei, cosa si sente?
M: Eeeh, professore… non le dico, antani, come trazione per due anche se fosse supercazzola bitumata, ha lo scappellamento a destra.

Con la suora dipendente nella clinica del Sassaroli:

M: Mi scusi dei tre telefoni qual è come se fosse tarapia tapioco che avverto la supercazzola?
Dei tre…!
Non m’ha capito bene, volevo dire dei tre telefoni qual è quello col prefisso?

S: Ah; quello lì!
M: Grazie.
Sorella, col tarapia tapioco come se fosse antani la barella anche per due con lo scappellamento a sinistra!?
No eh…?
Pazienza…

Col portiere dell’hotel della Titti:

P: Mi scusi; dica lei!
M: Eh, antani, come se fosse antani, anche per il direttore, la supercazzola con scappellamento.
P: Come?
M: a destra, per due.

Con il cappellano per l’estrema unzione:

C: Dimmi figliolo…
P: Sbiriguda veniale, la supercazzola prematurata…
C: Come figliolo?
P: Come fosse antani, con scappellamento a destra. Ostantinato a malliti.
C: Quante volte figliolo
P: Fifty fifty come fosse mea culpa, alla supercazzola…
C: io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del padre, del figliolo…


AMICI MIEI – ATTO II

Col Custode del cimitero:

C: No no no! No, guardi, no, un si può mia parcheggiare qui in camposanto, no un si pole.
M: Sbiliguda! Supercazzola prematurata?
C: Eh?
M: No, dico: prematurata la supercazzola?
C: Non capisco…
M: Con scappellamento a destra!
C: Ah, le cappelle? E le son là, guardi, a destra, ma qui un si può parcheggiare.
M: No, volevo dire: occhiello di privilegio come se fosse Antani per lei; ispettore Tombale.
C: Ispettore? Ma che dice !?
M: Ispettore!
C: Ispettore?
M: Con fuochi fatui…
C: E per quanto tempo sta qua?
M: Quintana; o setta!
C: Ah ah.
M: Intanto, trìnita confraternita pulitina.
C: Ah, una pulitina…


con Don Angelo Bernocchi:

A: Don Angelo Bernocchi. …. Il reverendo Bernocchi!
M: Ah, pardon. Tarapio tapioco come se fosse Antani, la supercazzola prematurata con dominus reveriscum blinda.
D: Come, prego?
M: Tarapio sulla supercazzola con scappellamento destro o sinistra ?
D: No, la cappella sinistra è a destra.
M: Antipodi!

Con Giovannone (il sottocuoco):

I: Giovannone!
C: Che c’è?
I: C’e uno che ti vuole. (il cuoco si avvicina minaccioso al Conte affilando un lungo coltello)
C: Che c’è!?!
M: Ehm, blinda la supercazzola con uno scappellamento a sinistra o a destra come se fosse di pentolone…
C: Non ho capito un cazzo!
M: Ecco! È l’informazione che volevo. Grazie.

Col vigile:

N: Buongiorno.
V: Buongiorno, ma non ha visto il cartello di divieto?
M: Mi scusi, Antani come se fosse di scappellamento tarapio tapioco scappellamento di forestieri?
V: Va be’, siete forestieri, ma i cartelli sono internazionali. Mi può mostrare la sua patente, per favore? (è qui che il sig. Necchi scopre, avendo in tasca la patente di un altro, che la moglie lo ha tradito).

Con Carmensita, la contorsionista:

C: Ma tu perché sei andato via, non hai telefonato, niente!
M: Carmensita, amore mio, sono un uomo d’affari, blinda la supercazzola prematurata, una cosa d’assegni, tarapia tapioca, tapioca, torapia, dollari, sterline, allaccia scarpa, scarpallaccia, dico d’albergo, ma tu?

AMICI MIEI – ATTO III

Con la direttrice dell’ospizio:

D: Per gli ospiti c’è un apposito telefono a gettone nell’atrio.
M: Sì, ma la sbiriguda della sbrindolona come se fosse Antani come facevo?
D: Prego?
M: Ho provato con la supercazzola con scappellamento paraplegico a sinistra, ma non funzionava, faceva tu-tu.
D: In che senso?
M: Nel senso anafestico. Eh, sì; come farà di capo d’altitudine, no?

In giardino con la signora…????:

S: Guardi, le ho ritagliato quell’articolo sul Casentino.
M: Ma lei se la blinda la supercazzola prematurata come se fosse anche un po’ di Casentino che perdura anche come cappotto; vede, m’importa sega.

tratto da ilcineforum.it