Posts contrassegnato dai tag ‘rfid’

Con l'RFID il bicchiere è sempre pieno

novembre 10, 2008

Dai laboratori di ricerca della MITSUBISHI ELECTRIC ecco iGlassware l’applicazione “consumer” dove la tecnologia RFID permetterà a bar o pub di tenere sempre sotto controllo il livello di liquido all’interno del bicchiere di ogni cliente in modo da evitare che il personale passi ripetutamente fra i tavoli a chiedere se si desidera un nuovo drink.

Il prerequisito è che l’ambiente sia coperto da una rete wi-fi e che un tag RFID venga introdotto all’interno del bicchiere, il resto è facilmente immaginabile quando il livello del liquido all’interno del bicchiere scende sotto una determinata soglia viene inviato un segnale che allerterà il personale che ad un certo tavolo qualcuno ha terminato la sua bevuta.

E’ un’idea semplice (apparentemente ingenua) ma che ci permette di comprendere ancora una volta le enormi potenzialità di questa tecnologia che io personalmente e la nostra azienda seguiamo da tempo.

RFID connette con il morto

agosto 6, 2008

Un titolo un pò brutale ma in un certo senso è quello che succede nel tempio di Bansho-ji a Nagouya in Giappone in modo che amici e parenti possano onorare il loro caro.

All’ingresso del tempio gli viene consegnata una RFID card e poi salgono al Crystal Hall al terzo piano del tempio mediante la scansione della carta in questione su uno schermo verrà visualizzata l’immagine del defunto e immediatamente viene diffusa la musica da lui preferita in vita.

Questo sfizio al momento è un pò caruccio si parla di circa 32.000 $ ed è previsto l’interesse a breve per circa un migliaio di persone.

L’articolo chiude con una frase di sicuro effetto:
“Certamente RFID è stata in grado di stabilire una connessione anche con i morti !!”

articolo originale

Il cellulare con RFID.

aprile 20, 2008

Nokia rilascerà dopo l’estate 2008 un nuovo cellulare il 6212 Classic che ha la caratteristica principale di integrare la Near Field Communication (NFC) technology che una estensione della tecnologia RFID che combina  all’interno di un singolo device tag e reader.

Questo permette di comunicare con tutti i device che utilizzano NFC ma anche e soprattutto con qualsiasi infrastruttura RFID.

L’introduzione sul mercato di questi dispositivi domestici renderà l’utilizzo della tecnologia RFID, ancora oggi relegata all’interno del mondo business soprattutto nel settore della logistica, fruibile a tutti i livelli come futuribilmente descritto in un libro di Bruce Sterling di cui ho parlato qualche tempo fa.

Si tratta apparentemente dell’introduzione di una caratteristiche tecnologica minimale, invece sarà un tassello molto importante nel rendere lo scambio di informazioni molto molto più semplice.

Con questi oggetti sarà possibile ad esempio :

- fare e ricevere micropagamenti
- ottenere informazioni molto dettagliate su qualsiasi oggetto sia esso un’opera d’arte o una bottiglia di vino
- accedere ad aree riservate o a mezzi pubblici

 


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.