Google Desktop 2 e Talk

In questi giorni Google ha rilasciato due tools estremamente interessanti:

  • Google Desktop 2 – in pratica indicizza tutto ciò che è presente sul tuo desktop offrendo la possibilità di effettuare ricerche in modalità e con la velocità di Google. E’ estremamente interessante a livello personale, un pò meno a livello corporate in quanto non permette, neanche nella versione Enterprise, di indicizzare documenti in rete.Comunque ha delle funzionalità estremamente interessanti come quella di ordinare le e-mail per oggetto indipendentemente dalla data di ricezione/invio esattamente come funzione in un newsgroup. 

  • Google Talk – è un IM (Instant Messanger) con la possibilità di chat e conversazione telefonica. E’ obbligatorio crearsi un account su Google GMail. Stamani lo abbiamo installato e provato, è estremamente semplice da utilizzare, flat nella grafica nel tradizionale stile Google e funziona bene. Nessuna differenza con Skype. Stiamo valutando la possibilità di introdurlo come strumento di comunicazione aziendale.

Google Desktop e Talk

In questi giorni Google ha rilasciato due tools estremamente interessanti:

  • Google Desktop 2 – in pratica indicizza tutto ciò che è presente sul tuo desktop offrendo la possibilità di effettuare ricerche in modalità e con la velocità di Google. E’ estremamente interessante a livello personale, un pò meno a livello corporate in quanto non permette, neanche nella versione Enterprise, di indicizzare documenti in rete.Comunque ha delle funzionalità estremamente interessanti come quella di ordinare le e-mail per oggetto indipendentemente dalla data di ricezione/invio esattamente come funziona in un newsgroup. 

  • Google Talk – è un IM (Instant Messanger) con la possibilità oltre alla  chat della conversazione telefonica. E’ obbligatorio crearsi un account su Google GMail. Stamani lo abbiamo installato e provato, è estremamente semplice da utilizzare, flat nella grafica nel tradizionale stile Google e funziona bene. Nessuna differenza con Skype. Stiamo valutando la possibilità di introdurlo come strumento di comunicazione aziendale.

Primo podcast dallo spazio

Questo signore nella foto si chiama Steve Robinson ed è colui che il 7 agosto ha realizzato il primo podcast dallo spazio.

Forse questa può sembrare una piccola cosa, ma negli ultimi tempi (mesi direi) fra i "vecchi blog", RSS feed, podcast, popcast, TV on-demand si sta sviluppando una, sottile ma, rapidissima rivoluzione tecnologica nel mondo dell’informazione che ben presto porterà ad un cambiamento importante sia a livello culturale che nel modo di produrre e fruire dell’informazione stessa.

Steve Robinson - astronauta dello Shuttle e primo podcaster spaziale

Ai Tedeschi le nostre spiagge stanno strette

Il quotidiano tedesco Bild si è lamentato che sulle spiagge Italiane vigono troppi divieti. Una volta girava una storiellina che descriveva la tipica famiglia tedesca che dirigendosi in macchina verso la destinazione vacanziera appena attraversato il confine si sentiva "libera" di gettare oggetti dal finestrino (fazzoletti, sigarette, etc.) cosa per loro inconcepibile qualche chilometro prima. Evidentemente siamo partiti da lontano ed adesso sta arrivando anche per noi il momento delle "regole" che guarda caso cominciano a funzionare (vedi il divieto di fumo) qualcosa stà e deve cambiare anche nell’immaginario che i nostri dirimpettai (non solo tedeschi) hanno nei nostri confronti.
Questo non toglie che molte cose restano da cambiare e molto più importanti dei divieti.

Comunque  ieri sera una ragazza tedesca ci raccomandava di stare molto attenti al quotidiano Bild, perchè è quello che qualche tempo fa ha pubblicato una foto sopra la quale campeggiava il titolo "Gesù, ecco com’era".