I tweet della Settimana [ 2011-02-28 ]

Bologna – Incontro sull'Internet delle Cose

Il 24 febbraio a Bologna ( Twitter hashtag #iot2011bo )ho assistito ad un affollato incontro sull’ Internet delle Cose – o degli Oggetti – e dintorni.

Leandro Agrò aka @leeander (con questa sono tre le volte che ho avuto il piacere di ascoltarlo dal vivo)  fra le altre cose ha ribadito quello che ama sottolineare da tempo e cioè che dopo il web 1.0 e il 2.0 la prossima tappa sarà l’ Internet degli Oggetti ed è un’occasione che noi italiani, leader nel design,  non possiamo assolutamente perdere.

Avrebbe dovuto esserci anche Massimo Banzi aka @mbanzi , il creatore di Arduino, ma i postumi di un recente viaggio in India (capisco perfettamente, anche io in due viaggi fatti  in India mi sono portato a casa entrambe le volte dei regalini di montezumiana memoria) lo hanno costretto a rimanere a casa da dove ha fatto un interessante video-intervento , annunciando fra l’altro l’uscita di una versione di Arduino con Shield integrata.

Altro intervento estremamente interessante è stato quello di Luciano Bononi , professore al Dipartimento di Scienza dell’Informazione dell’Università di Bologna, che ci ha esposto l’Internet delle Cose dal  punto di vista della ricerca universitaria e mi ha fatto molto piacere vedere che almeno a Bologna l’interesse per questi argomenti è alto (speriamo che anche altri istituti si stiano muovendo in questa direzione) ha descritto alcuni progetti in fase di realizzazione molto interessanti, come interessantie è stato sapere che la Comunità Europea , oltre ad occuparsi in prima persona dell’argomento – vedi IoT European Research Cluster – ha predisposto dei finanziamenti rivolti anche alla PMI per lo sviluppo di progetti orientati all’ IoT (Internet of Things).

Un saluto a @jazzo (Davide Gullo) che ho avuto il piacere di conoscere personalmente 🙂

L’organizzazione ha rilasciato anche l’attestato di partecipazione 🙂 Grazie!

Groupon: come funziona per il "negoziante" ?!

Premetto che quello che riporto è frutto dell’esperienza che mi è stata raccontata quindi potrebbe contenere delle imprecisioni, ma visto che non avevo nessuna informazione in merito e che spesso mi sono domandato come funzionava Groupon dal punto di vista dell ‘ inserzionista, mi piace condividire la cosa.

In pratica il negoziante/inserzionista si registra come tale al sito Groupon. Se è la prima volta, e quindi prima che la promo venga resa pubblica , si presentano degli addetti di zona di Groupon a vedere l’esercizio, immagino per una verifica di massima sul loro nuovo partner.

Dopodichè se non ci sono problemi di sorta , l’offerta può essere messa online e segue generalmente una procedura di questo tipo :

Se ad esempio un servizio (perchè di questo in genere si parla, piuttosto che di prodotti) ha un costo di listino di € 100 viene messo in promo – che ha validità 6 mesi – al – sempre ad esempio – 70% (più o meno) di sconto, quindi a € 30.

A questo punto l’offerta rimane online per un periodo variabile fra le 24 / 48 ore .

Il negoziante è “costretto ad accettare” tutte le offerte che si prenotano nel lasso di tempo che l’offerta è online ed il cliente ne potrà usufruire entro 6 mesi.

Il cliente che accetta l’offerta paga immediatamente l’importo di € 30 euro a Groupon e questo una volta che si presenterà dal negoziante consegnerà il coupon.

Il negoziante registrerà (non sò se alla fine dei 6 mesi od ogni mese) i coupon ricevuti ed incasserà la metà dei € 30 , quindi Groupon almeno la prima volta (pare che per le successive
la percentuale possa essere  inferiore) trattiene il 50% di € 30

Al cliente che  non usufruirà del coupon alla scadenza dei 6 mesi non verranno restituiti i soldi, ma verrà automaticamente “spostato” su un’altra offerta in zona (non ho ancora capito sulla base di quali criteri).

Ribadisco che riporto quello che mi è stato raccontato, quindi quanto scritto, non ha nessun valore di ufficialità, anzi se altri hanno esperienze diverse mi farebbe piacere conoscerle.

I tweet della Settimana [ 2011-02-21 ]

  • I tweet della Settimana [ 2011-02-14 ] http://ff.im/-xYWH8 #
  • @frdoni Piace anche a me. Ho fatto il preorder , dovrebbe uscire a giugno 2011 http://www.noteslate.com/ #
  • Security Day Workshop http://bit.ly/gDu6fl – La nostra filiale di Roma sta superando Firenze per numero di iscritti . Complimenti a Valerio #
  • su FriendFeed thread interessante di Nicola Mattina su: "e se su GDocs mi sparisce un file, a chi mi rivolgo ?". Paura 😐 http://ff.im/ydzEO #
  • Sito Ryanair momentanemante bloccato. Impossibile verificare la prenotazione. Allora i siti non si bloccano solo a noi 🙂 #
  • Un nuovo amico per farti fare le coccole 🙂 Ginger Gatto Pupazzo Peluche a Guanto Lungo http://t.co/Hk9wV3F via @youtube #
  • 5 Little Monkeys Song with puppets – Canzone in inglese con pupazzi peluche http://t.co/ioCqTEa via @youtube #
  • Ieri @fcasamuerta mi ha spiegato come funziona #groupon dal punto di vista di chi propone l'offerta. Bel modellino di biz si sono inventati #

I tweet della Settimana [ 2011-02-14 ]

I tweet della Settimana [ 2011-02-07 ]

  • Nuova serie di video e pupazzi GoGoGenius http://ff.im/-x814I #
  • I tweet della Settimana [ 2011-01-31 ] http://ff.im/-x814H #
  • @rcappello @vivido Bellissimo…. 🙂 #
  • @wallievi 🙂 #
  • RoomShop – Microsoft Platform Ready – Microsoft Azure http://bit.ly/dQa3Aj #
  • Linkedin rilascia una nuova funzionalità di ricerca . A prima vista pare interessante nonchè utile. #
  • @Stefigno nella home c’era un video che spiegava il “nuovo” (così recitava) servizio Signal . Lo conoscevi già ? #
  • Is make- believe with puppets more than just play? http://bit.ly/fRL6lA #
  • >: Benvenuto al blog degli sviluppatori Vivido http://www.claudiomenzani.com/2011/02/02/benvenuto-al-blog-degli-sviluppatori-vivido/ #
  • @cromobox Ero partito entusiasta, l’idea è anche buona. Giuro che ci provo, ma mi annoio mortalmente #quora #
  • Benvenuto al blog degli sviluppatori Vivido http://ff.im/-xgSPZ #
  • Come gestire il downtime pianificato di un sito http://bit.ly/i9CGVj #
  • I’m at Vivido srl (Via Giuseppe Di Vittorio 5/40, FI) http://4sq.com/egiZwT #
  • RT @absolutesubzero Dalla Gestione della Crisi al Miglioramento Continuo http://bit.ly/hM9W7G #
  • Benvenuti al nuovo blog di GoGoGenius dedicato ai genitori ed educatori. Venite a trovarci. http://bit.ly/iazBfn #
  • Il mio blog è passato a PageRank 3 , peccato – dicono – che sia passato di moda 😦 #
  • Ho acquistato il primo ebook dallo store di Simplicissimus . Esperienza utente ottima. Complimenti ! Ho già una bella wish list #
  • @gluca @libraiosbf l’unica segnalazione è che ancora ci sono pochi titoli, ma non credo sia proprio una critica 🙂 #
  • Nell’ultimo mese ho comprato un numero (per me) considerevole di e/book online. Siamo a 12. Il bello e’ che li leggo anche 🙂 #
  • Da oggi la parte (che conta 🙂 di GoGoGenius.com è alla Fiera del Giocattolo di Norimberga. Al rientro post sulle novità !! #
  • Ho inviato una email a Amazon.it chiedendo quando potremo acquistare ebook in lingua italiana. #
  • >: A quando su Amazon.it ebook in italiano ? http://www.claudiomenzani.com/2011/02/04/a-quando-su-amazon-it-ebook-in-italiano/ #
  • @wallievi grazie per il #FF che ovviamente contraccambio #
  • @mbanzi E’ vero! Infatti i forum mi hanno sempre fatto sentire un pò fuori posto. #
  • Leggo “La Sindrome di Fort Apache-la sicurezza delle informazioni nella societa’ postindustriale” di Corrado Giustozzi. Consigliato.. #

A quando su Amazon.it ebook in italiano ?

Questa è la domanda che ho inviato al Servizio Clienti di Amazon.it.

Dopo neanche un’ora ho ricevuto la risposta, che riassumo :

Purtroppo la risposta al tuo quesito è molto semplice e molto diretta: non lo sappiamo.
Al momento non abbiamo alcuna informazione al proposito.
Come discorso generale ti posso dire che il sito Amazon.it è in continuo sviluppo ed aggiornamento e che sarà destinato ad avere tutte le categorie di prodotti e tutti i servizi che sono già presenti sugli altri siti Amazon.

Sono soddisfatto del contenuto della risposta e della sua tempestività .