Coworking: articolo su D – La Repubblica delle Donne

Su l’ultimo numero di D – La Repubblica delle Donne c’è un articolo sul coworking con un intervento di mio fratello, che se segue da tempo l’argomento :

Flavio Menzani, fiorentino organizza spettacoli teatrali. “Un cowo è anche sicurezza, un modo per sentirti a tuo agio ovunque” , spiega. “Io sono freelance e itinerante. Ho passato i primi mesi del 2009 a Londra. Invece di un grigio instant office, ho trovato un posticino perfetto. The Hub, un ex capannone industriale in Earl’s Court Road”.  Due mesi da coworker hanno solleticato in lui l’idea di aprire a Firenze: ” E’ una piccola città ma internazionale, anche per la moda e la creatività. Perchè non tentare ?”

Twitter: la Top List di Firenze

Il servizio Twitterholic effettua una ricerca su Twitter creando una classifica che è possibile ordinare in modi diversi e cioè per post inseriti, per persone che ti seguono o che tu segui.

Anche se Twitter sta conoscendo una crescita importante è comunque, soprattutto in Italia, ancora un social network (o ancora meglio un servizio di microblogging)  di nicchia, questo a parziale giustificazione di numeri di follower e/o following ancora modesti.

L’immagine riporta una delle mille classifiche possibili per quanto riguarda l’area fiorentina.

Personalmente mi piazzo fra il secondo ed il terzo posto, ma quello che più interessante è la recente presenza su twitter di Matteo Renzi vincitore delle primarie e quindi candidato a Sindaco di Firenze per il PD che attualmente occupa una “onorevole”  tredicesima posizione, ma che sono pronto a scommettere nei prossimi giorni balzerà in testa alla classifica.

Anche perchè il “ragazzo” mi sembra che utilizzi molto bene questi strumenti di socialnetworking.

Per vedere bene clicca sull’immagine.

twitterholic13

Amazon Web Services: domande per esperti

Da qualche settimana stiamo valutando gli aspetti economici, tecnici e di business collegato con lo spostamento dei sistemi e delle nostre applicazioni che attualmente sono allocate in data center verso Amazon Web Services.

Abbiamo aperto un account su AWS e le prime risposte sono sicuramente positive.

Rimangono aperte alcune questioni tecniche che i miei colleghi mi hanno inviato e che io riporto qui, nella “speranza” che qualche esperto  :grin: possa darci una riposta.

1) E’ possibile fare un salvataggio di tutta la mia macchina virtuale in modo che, nel caso in cui io non riesca più a effettuare il boot della mia Virtual Machine, perchè  – ad esempio –  in un momento di pazzia mi sono cancellato un file di boot del sistema operativo,  posso rapidamente ripartire dal salvataggio precedente ( non devo quindi fare niente di più, se non riprendere il salvataggio della VM per rendere nuovamente disponibile la mia applicazione )

2) E’ possibile fare il boot di una immagine ISO ? Esistono molte appliance virtuali già pronte che possono essere bootate da ISO e quindi sarebbe molto comodo poterle utilizzare.