“Never Forget” New #NFT in Collection

Date: 25/02/2021

Marketplace: https://superrare.co/

Artist: Giovanni Motta https://twitter.com/mottagio1971

Description: Never Forget – Every emotion comes and sinks into the flesh, sometimes deep. Sometimes it’s pure joy, sometimes it’s not, sometimes it hurts, sometimes it laughs, sometimes it grazes you and flies away, sometimes it hits the soul, sometimes it’s just an idea, a feeling. Emotions are not forgotten. Emotions stay forever and have no age.


     

CryptoArt e mostre virtuali: chiacchere, idee ed esperimenti

Proprio ieri mattina nella chat Telegram Criptoarte Italia parlavamo con Braccio, Hackatao e Federico Clapis di come la cryptoarte sta trasformando, non solo la modalità di vendere le opere, ma anche quella di fruirne.

Con l’arte tradizionale il piacere e l’emozione si manifestano al più alto livello quando ci si trova davanti all’originale dell’opera stessa.

Con la criptoarte siamo costretti a ridefinire questo piano emotivo, perchè di un’opera abbiamo la certezza di chi l’ha creata e di chi ne è, in quel momento, il proprietario, ma d’altro canto, essendo digitale, niente può impedire che sia presente contemporaneamente in più luoghi, sia virtuali che fisici. E su questo il tema è aperto.

Tanto aperto che non necessariamente la cripto opera può essere vista solo nel chiuso di una stanza.
Ad esempio è possibile realizzare una mostra di proprie opere inedite in Piazza della Signoria a Firenze, utilizzando dei visori come gli Oculus (ancora un pò ingombranti, ma per poco) che si attivano solo se ci troviamo all’interno del perimetro della piazza e solo se dal nostro wallet sono usciti 50 $MORK (il token della community degli Hackatao, solo per fare un esempio) come prezzo del biglietto.

Immaginate di poter vedere le vostre opere e come sfondo Palazzo Vecchio… tanta roba 🙂

Oltretutto sarà possibile acquistare delle opere mai viste fino ad allora, e probabilmente il contesto potrebbe favorire la predisposizione all’acquisto, non trovate?

Questi pensieri mi hanno accompagnato per il resto della giornata, poi verso sera in un canale Discord mi sono imbattuto in questo post di Hackatao:

Ho cliccato e sono stato teletrasportato in AriumSpace, la versione virtuale della mostra dove è esposta Promised Land una delle ultime opere del duo Hackatao, ma oltre a questo avevi la possibilità di interagire con gli altri visitatori e direttamente con gli artisti.

Certamente un esperimento, da migliorare come tutte le cose nuove, ma vi garantisco che l’esperienza è interessante.

Al mattino se ne parla in una chat Telegram e alla sera qualcuno ti mostra che si può fare. Non male direi, proprio non male.

Alcune immagini ed un breve video.

The Sandbox: è l’ora di sperimentare

Sandbox sta realizzando un mondo virtuale unico all’interno del quale i giocatori possono costruire, possedere e monetizzare le loro esperienze di gioco utilizzando NFT (token non fungibili) e $SAND, l’utility token che è alla base della piattaforma Sandbox necessario per effettuare le transazioni ed ogni tipo di interazione, che permette ai giocatori di giocare, possedere, governare, scambiare e guadagnare all’interno di questo nuovo metaverso.

Ieri si è conclusa la Wave 1 della vendita pubblica di LAND che ha visto raggiungere un risultato di tutto rispetto con 7,45 milioni di $SAND incassati, corrispondenti a circa un milione e mezzo di dollari.

Le LAND sono letteralmente volate via nell’arco di pochi minuti a testimoniare l’interesse nei confronti di questo progetto.

Ho acquistato una Land con il preciso scopo di effettuare dei test in azienda (dove stiamo formando un team dedicato a The Sandbox) sull’utilizzo dei due strumenti principali quello per creare asset – VoxEdit – e per costruire giochi – Game Maker – all’interno del metaverso The Sandbox, e che nel contempo ci permetta di comprendere bene le dinamiche e le economie che potenzialmente si andranno a strutturare nel tempo.

Ritengo, e lo riteniamo anche in Vivido che questo genere di metaversi basati su NFT e blockchain – fino ad un paio di anni fa ritenuti dalle più importanti società operanti in questo settore come non sufficientemente maturi per realizzare giochi e quindi investirci adeguatamente – in breve tempo riusciranno a dimostrare le loro forti potenzialità, perchè porteranno il giocatore ad un altro livello da mero consumatore della risorsa “tempo” a soggetto attivo con la possibilità anche di avere un ritorno economico.