Viaggi virtuali per Lonely Planet

Sul Guardian è stato pubblicato un articolo nel quale si afferma che lo scrittore e viaggiatore Thomas Kohnstamm non ha visitato tutti i luogi dei quali ha scritto sulla famosa guida che da sempre è un pò la bibbia del viaggiatore fai-da-te e non solo.

La domanda è  che cosa succederà ora alla famosa guida ?

La mia risposta è che chissà se in qualche mio viaggio sono entrato in qualche ristorante o ho visitato una stradina molto caratteristica indirizzato da un viaggiatore virtuale.
Ma a pensarci bene quello che mi è rimasta è la mia esperienza e in fondo peccato per lo scrittore.

Solidarietà con i tibetani.

Esprimo semplicemente la mia totale solidarietà con la gente del Tibet che protesta, soffre e muore per una richiesta assolutamente legittima.

L’unica loro colpa è quella di essere un piccolo paese indifeso, accanto ad un gigante arrogante ed aggressivo, e purtroppo il mondo della real politik non ha mai voluto esprimere qualsiasi forma di solidarietà, non lo ha fatto nel passato remoto quando i rapporti fra le superpotenze economiche occidentali e la superpotenza demografica cinese non erano certamente dei migliori ed a maggior ragione non la faranno oggi che la Cina è passata – ormai da tempo – ad appartenere alla prima categoria.

Da sottolineare il comportamento meraviglioso del Dalai Lama e dell’intero mondo buddhista tibetano, mi sembra che ci sia molto da imparare da parte di noi occidentali moderni.

Ateo e Cattolico

A Sumo  una trasmissione su Radio DUE questo pomeriggio era ospite il matematico Piergiorgio Odifreddi che è spesso invitato anche in trasmissioni televisive non solo perchè scienziato ma soprattutto perchè si dichiara e difende il suo ateismo.

Ad Aprile 2008 partirà insieme ad un compagno cattolico per affrontare il Cammino di Santiago de Compostela ed ha detto "che partiranno un ateo ed un cattolico e torneranno un ateo ed un cattolico, ma non necessariamente nello stesso ordine"

Festa sulle colline

Ieri sera bella festa sulle colline di Signa in una splendida residenza spesso luogo di feste grazie alla disponibilità dei padroni di casa. Anche l’organizzazione è sempre all’altezza, infatti visto che era prevista la partecipazione di un bel numero di persone per tutta la sera un bus navetta si è adoperato per il trasporto sia in andata che ritorno degli invitati.

Gente simpatica e tranquilla, la musica non era proprio la mia preferita ma ben messa e comunque ballabile, diverse signorine all’altezza ma non siamo riusciti ad eleggere la "Regina della Festa" (dalla quale la regola impone di escludere sempre le amiche, come quelle della foto, onde evitare problemi ‘nevvero)

 

Le amiche!!