Google rilascia OpenSocial

Google lancia OpenSocial e apre agli sviluppatori di siti di social network.
Invece di puntare tutto sul proprio sito di social network Orkut ha preferito fornire un set di API (e non solo, per chi vuole anche spazio sui propri sistemi) che permettano la creazione di applicazioni mashup .

Hanno già aderito alcuni fra i più importante siti di socialnetworking come Engage.com, Friendster, hi5, Hyves, imeem, LinkedIn, MySpace, Ning, Oracle, orkut, Plaxo, Salesforce.com, Six Apart, Tianji, Viadeo, e XING. 

Anche noi nel nostro piccolo fin dal primo giorno abbiamo aderito con il nostro prodotto RoomShop .

Google rilascia Presentations

Google ha rilasciato Presentations un nuovo modulo della suite Docs che si va ad aggiungere al Word Processor e al Foglio Elettronico.
Con Presentations oltre che creare presentazioni ex-novo è possibile importare file Microsoft PowerPoint dal proprio disco o direttamente dalla Rete.
Ha ancora qualche limite relativamente alle dimensioni dei file importabili 10MB ed al numero e la qualità dei template, ma intanto Google ha aggiunto – mantenendo un basso profilo – un nuovo tassello nella creazione di una suite Office totalmente web-based e non assolutamente un’operazione di poco conto.

Già mi vedo in giro con dispositivo portatile sempre-connesso alla Rete, senza (o con poco disco) hard disk e ram.

Intanto ho immediatamente caricato una nostra presentazione PowerPoint in Google Presentations senza nessun tipo di problema.

AdWords Vincente

Ormai da anni utilizzo Google AdWords ma senza risultati particolarmente apprezzabili e soprattutto con spese troppo alte in rapporto agli stessi.

AdWords come tutti gli strumenti apparentemente semplici, nasconde una complessità di fondo non indifferenze, quindi per padroneggiare la tecnica è necessario oltre alla sperimentazione sul campo anche di una buona dose di formazione, cosa che per la cronica mancanza di tempo ho sempre relegato fra le cose da fare "prossimamente".

Di recente ho scoperto uno dei pochi (per il momento) "infoproduct" in italiano, ma soprattutto destinato al mercato italiano scritto da Giulio Marsala un esperto in materia.

Si tratta dell’ ebook AdWords Vincente.

Ho letto con attenzione le circa 200 pagine del pdf iniziando a metterne in pratica il contenuto.
Tutto questo mi sta portando a rivedere radicalmente la mia politica AdWords e facendomi giungere alla comprensione che fino ad ora mi sono fatto gestire dal sistema AdWords senza  in nessun modo dominarlo (per quanto possa essere possibile).

Sto applicando questa nuova politica ad un prodotto software sviluppato internamente dalla nostra società dedicato al settore del turismo sui portali turistici in Internet, che ha di per se già alcune difficoltà legate alla non conoscenza da parte del mercato di riferimento dell’esistenza di tale categoria di prodotti (ehh quando si è sempre troppo avanti 🙂 .

Nei post a venire vi renderò partecipi degli sviluppi.

Google Writely

Questo post è stato scritto e pubblicato con Writely l’ultima applicazione nata in casa Google. 

E’ tutt’ora in versione beta (come va di moda negli ultimi anni) ed è un altro passo della rivoluzione tecno-culturale introdotta da Google. 

Infatti fin dal suo avvento Google oltre ai suoi punti di forza comeil motore di ricerca o GMail ha introdotto una serie di servizi come Blogger, Talk, Notebook che stanno radicalmente cambiando, anche se step-by-step,  il modo di utilizzare la rete. 

I Google Guys hanno, fin dall’inizio, compreso a fondo Internet tanto da far apparire i propri competitor come dei Dinosauri, pensiamo a Microsoft che utilizza ancora (almeno dal punto di vista del grande mercato perchè anche lei ha progetti beta, ma è una rincorsa nei confronti di Google) un approccio PC-based, mentre il mondo è sempre di più Internet-based. 

Leggendo quà e là sento che nei confronti di Google sta crescendo la paura che sempre di più si trasformi nel Big Brother per il fatto che su i suoi server l’intera Internet viene backuppata continuamente. E’ probabile che siano paure legittime, ma personalmente credo che la capacità rivoluzionaria introdotta dal Google pensiero valga bene qualche paura che, e ne sono convinto, rimarrà tale, perchè non credo che faccia il gioco di Brin e Page divulgare dati ed informazioni sul capitale più importante che essi hanno e cioè "gli utenti" stessi.

                          Ecco il link a Writely

                                                  

 

Google Desktop 2 e Talk

In questi giorni Google ha rilasciato due tools estremamente interessanti:

  • Google Desktop 2 – in pratica indicizza tutto ciò che è presente sul tuo desktop offrendo la possibilità di effettuare ricerche in modalità e con la velocità di Google. E’ estremamente interessante a livello personale, un pò meno a livello corporate in quanto non permette, neanche nella versione Enterprise, di indicizzare documenti in rete.Comunque ha delle funzionalità estremamente interessanti come quella di ordinare le e-mail per oggetto indipendentemente dalla data di ricezione/invio esattamente come funzione in un newsgroup. 

  • Google Talk – è un IM (Instant Messanger) con la possibilità di chat e conversazione telefonica. E’ obbligatorio crearsi un account su Google GMail. Stamani lo abbiamo installato e provato, è estremamente semplice da utilizzare, flat nella grafica nel tradizionale stile Google e funziona bene. Nessuna differenza con Skype. Stiamo valutando la possibilità di introdurlo come strumento di comunicazione aziendale.